Menu

Gubbio e l' Umbria

Gubbio, la città di Pietra

L’Azienda Agraria Semonte si colloca alla perfezione nel vasto territorio eugubino, in cui ambiente e natura incontaminati fanno da splendida cornice a una città piena di storia, cultura e tradizioni. Gubbio è la “Città di Pietra”, con il suo affascinante e integro centro storico medioevale. È la “Città dei Ceri”, simbolo di un folklore tenuto sempre vivo nei secoli, proprio perché profondamente sentito.

Gubbio è anche la città dell’Albero di Natale più grande del mondo, frutto recente del genio eugubino e testimonianza di coesione, solidarietà e valori che si proiettano nel futuro. Gubbio è questo e tanto altro ancora.

È un contesto di spettacolare bellezza paesaggistica anche per i prodotti agricoli di eccellenza, come dimostra la produzione di questo vino. Per ciascun terreno l’aspetto orografico, la morfologia e il clima sono elementi fondamentali della produzione vitivinicola. È così che fra i resti di antiche culture trovano spazio anche le perfette geometrie dei filari di questa tenuta.

L'Umbria

L’Umbria è il cuore verde d’Italia e deve il fascino proprio al connubio tra arte e natura.
Un patrimonio paesaggistico impreziosito dalla presenza dei suoi affascinanti borghi medievali, incastonati nelle colline.
Città nobili per storia, arte e folklore che narrano di un passato che va dagli antichi Umbri agli Etruschi, fino ai Romani.
L’Umbria è anche terra di Santi, con i suoi luoghi evocativi che ispirano pace e serenità, arricchendoci coi propri capolavori rinascimentali.

Lo scenario collinare è una caratteristica costante di tutta l’Umbria, un continuo saliscendi di colli e pendii, ottimo per la coltivazione della vite, su cui spicca l'ordinato schieramento dei vigneti. La regione, favorita da un clima di particolare mitezza, è di spiccata vocazione vitivinicola anche per le caratteristiche geomorfologiche dei terreni, sciolti e permeabili, che favoriscono la crescita e la piena maturazione dell’uva.

In questo luogo maturano i vitigni che forniscono la materia prima per una tradizione vinicola antichissima, che risale all’epoca degli Etruschi, popolo pieno di cultura con particolare predilezione per i vini umbri. Una tradizione che ha mantenuto praticamente inalterate nel tempo le tecniche di lavorazione e di produzione del vino.

Celebri le lodi scritte da Plinio il Vecchio che esaltavano al massimo la bontà dei vini stessi.